22 maggio, Auguri Maia!

Fin dal 2009 ho sempre pensato che il 22 maggio fosse un bel giorno, un bel giorno per venire al mondo, un bel giorno per festeggiare e un bel giorno da ricordare, la primavera è ormai nel suo pieno ma senza l’ afa estiva, i sogni per le vacanze cominciano a formarsi… purtroppo, a otto anni di distanza mi rimangono solo i ricordi, belli, nitidi, piacevoli ma pur sempre ricordi. Il 22 maggio continua ad essere e sempre lo sarà, uno dei giorni più belli dell’ anno, purtroppoppo però è anche il giorno (uno dei due in particolare) in cui si è costretti a fare i conti con la mancanza di Maia. continua…

11 Gennaio

11 Gennaio, ovvero il giorno in cui ci si toglie la maschera, il giorno in cui si sta male, solo un po’ più male rispetto agli altri giorni, il giorno che si vorrebbe cancellare dalla propria vita, un giorno che non è come gli altri perché il giorno in cui perdi una figlia no, non può proprio essere come gli altri.

Cosa c’ è dietro la maschera? Dietro la maschera ci sono cose come questa: la scorsa estate siamo stati invitati ad una grigliata con gli amici di una vita, frai vari invitati c’ erano anche due amici di lunga data con le rispettive figlie, in effetti c’ erano anche altri bambini fra cui le nostre… tranne una ovviamente. Il fatto è che le due bambine, Aurora e Margherita sono, erano, più o meno coetanee di Maia e da piccole hanno anche avuto modo di giocare insieme, tra i vari ricordi in particolare c’ è un capodanno trascorso insieme in cui si erano molto divertite. continua

La recita di natale

Alla fine anche per Alma è arrivato il tanto atteso momento della recita di Natale, per Alma e per mamma e papà che con orgoglio hanno assistito alla Prima sul palco della nostra piccina. Era un appuntamento tanto atteso, sapevamo di numerose prove nelle ultime settimane, ciononostante il riservo in merito è stato assoluto, la sorpresa è stata assoluta. continua…

11 gennaio 2016

Sono passati 4 anni, a me pare sia passata un’ era geologica, ecco spiegato il principale motivo per il fastidio che provo quando sento la classica frase: “Sembra ieri…” No, a me non sembra ieri, per me è passato tanto, tantissimo tempo da quando non vedo più la prima delle mie figlie e oggi, purtroppo, è l’ anniversario dell’ ultima volta che l’ ho vista in vita.

Mi manca, mi manca da morire, mi manca poterla veder crescere, mi manca il suo profumo, mi manca tantissimo la sua voce (forse è la cosa che più mi manca!), il suo sguardo furbo, si, mi manca una figlia, mi manca Maia. continua…