Tecnologia/1 – Sig. YouTube, abbiamo un problema (e forse una soluzione)

Quello di oggi è il primo di una serie di articoli riguardanti la tecnologia, un’ unica premessa, sono fermamente convinto che oggi (ma domani ancora di più) la tecnologia sia parte integrante della nostra vita, del nostro quotidiano ed è mia opinione che tale aspetto vada conosciuto e compreso così da essere parte attiva nel processo e non subire passivamente un qualcosa di sconosciuto e che quindi qualcuno demonizza. In buona sostanza, se siete genitori totalmente contrari alla tecnologia, avete tutto il mio rispetto ma non la mia condivisione, nel senso che rispetto le vostre idee ma non le condivido, il che non significa che io sia per un uso sconsiderato di tutto quello che è “tecnologia” bensì una conoscenza che ci permetta di “usare” dei nuovi mezzi per migliorare la quotidianità. Continue reading

Orienteering

Orienteering, in italiano orientamento, mai sentito parlarne? Io no, almeno fino a domenica scorsa. Di cosa si tratta? Una vera e propria disciplina sportiva in cui sono necessari orientamento e velocità. In sostanza c’ è una partenza, si viene dotati di una cartina topografica del percorso dove sono presenti delle tappe dette lanterne segnalate da delle bandiere dove sono presenti dei punti di controllo dove infilare la chiavette di cui si è muniti, questo permetterà al sistema di registrare i tempi di percorrenza fra una tappa e l’ altra nonché il tempo finale. Continue reading

Fine anno (scolastico) e tempo di bilanci, Alma.

Per quanto riguarda Alma devo dire che i progressi che più mi hanno colpito sono da ricercarsi nella sfera caratteriale, più intima in un certo senso, ma andiamo per gradi.

Questo anno scolastico è stato molto importante per Alma, il dover cambiare scuola costituiva un grande punto interrogativo, come avrebbe reagito alle nuove maestre e soprattutto, come si sarebbe inserita in una classe già avviata senza conoscere praticamente nessuno? Direi che è andata benissimo, le maestre così come i suoi nuovi compagni l’ hanno aiutata ad inserirsi e lai, da parte sua, si è integrata alla perfezione tanto da ritagliarsi uno spazio e un’ identità proprie. Continue reading

FLM 2018

Si scrive FLM ma si legge Fuori Le Mamme, una simpatica iniziativa nata ormai qualche anno fa e a cui ho avuto l’ onore di essere invitato. La sostanza è molto semplice, le mamme rimangono a casa, è un fine settimana riservato a papà e figli, punto. In effetti c’ è motlo di più, ossia un’ organizzazione fatta da padri che si occupano di trovare l’ ostello o comunque una sistemazione adatta al numero di persone, qualcosa che possa andar bene sia per i padri che per i figli e la ricerca del posto “giusto”, qualcosa che incontri le esigenze dei piccoli come quelle dei grandi, generalmente la natura è l’ ideale e la montagna, con le sue passeggiate e i suoi prati ma anche la cucina ricca è ideale sia per gli uni che per gli altri. Continue reading

Un Sabato da arrampicatrice

Alma, come già descritto altre volte, è in una fase molto “fisica”, le piace molto stare all’ aperto (noi l’ abbiamo abituata così, senza insistere troppo ma proponendole sempre attività o alternative all’ aria aperta) e soprattutto le piace arrampicarsi e saltare. Qualche tempo fa ho visto la pubblicità di un Parco avventura, uno di quei posti immersi nel verde con tanti alberi dove arrampicarsi. Oddio, non proprio letteralmente, gli alberi ci sono ma in effetti fungono da sostegno ad un percorso costruito con cavi d’ acciaio, parti in legno e reti di protezione, tali percorsi si sviluppano appunto da una pianta all’ altra.  Continue reading