Terrible two… ma anche three e four

Si scrivono terrible two ma non perché s’ intendono i 2 anni, non solo quello almeno, si chiamano terrible two perché per due anni tocca comprare pazienza al mercato nero e con Sole ce ne vuole veramente tanta!

Sole ha un carattere decisamente femminile, le piacciono i giochi con le bambole, le piacciono le gonne, è abbastanza restia alle varie attività fisiche (cosa che invece attrae maggiormente Alma) ma soprattutto parla, parla, parla, parla, parla, parla… senza tregua! Qualche esempio? All’ asilo chi hanno detto che di sicuro non avrà problemi di inserimento alla materna perché parla anche coi sassi! E ancora, settimana scorsa in piscina il maestro ha fatto allontanare i genitori con una scusa dal bordo vasca (per testare la reazione alla mancanza del genitore) e stamattina il maestro mi ha detto che è andato tutto bene ma ha anche aggiunto: “Non è stata zitta un attimo, mi ha raccontato un sacco di cose…” Continue reading

3 anni di… Sole!

E rieccoci qua a festeggiare! Stavolta è il turno della piccola di casa, Sole oggi compie 3 anni! È un compleanno importante e voglio ringraziare moltissimo questa specie di folletto che ha portato scompiglio in famiglia. Io sono sempre più convinto che tra genitori e figli ci sia (quantomeno ci dovrebbe essere) uno scambio e se il genitore è in grado di porsi in ascolto può scoprire e ri-scoprire tanto, si perché non ci sono come i bambini a mantener bambini dentro e non c’ è cosa migliore che mettersi nei loro panni per tentare di capirli meglio. Continue reading

La contessa Sole, ovvero come sopravvivere a una figlia nobile per nascita

Un mio carissimo zio lo ripeteva spesso: “La nostra è una famiglia di nobili decaduti…”, io a dirla tutta non ho mai capito di cosa stesse parlando, probabilmente uno scherzo, una frase tanto per dire e stop, finita li. Ultimamente però questa frase mi è tornata in mente più e più volte, il motivo? Semplice, Sole ha deciso di essere Nobile e quindi giudica, ordina, commenta e spesso pretende!

Inizialmente sembrava un gioco e forse lo era, ma col tempo la cosa si è fatte sempre più seria ma la cosa che mi ha colpito è il tutto è avvenuto in maniera molto naturale, senza alcuna forzatura, dal mettersi sul divano con le gambe accavallate (si lo so che i nobili non accavallano però ci siamo capiti…), ai commenti sui piccoli cambiamenti di ogni giorno agli ordini diretti a tutti manco fossimo la servitù. Continue reading

Una serata con… Cappuccetto rosso

L’ altra sera Alma e Sole hanno messo in scena la famosa e rinomata favola di Cappuccetto rosso o “Piccetto rosso” come lo chiama Sole! L’ idea è venuta ad Alma che di punto in bianco ha cominciato a chiedermi cose rosse, io le ho risposto che di rosso rosso avevo solo dei tovaglioli e lei per nulla demoralizzata me ne ha chiesti due o tre e ha cominciato a lavorarci su. Ad un certo punto era talmente presa che mi sono offerto di aiutarla (non che ce ne fosse bisogno a dir la verità) e in men che non si dica ecco Alma con un tovagliolo in testa (fermato con una fascia elastica per capelli) e altri due tovaglioli ben scocciati ai piedi, un canovaccio come mantella e via.” Continue reading

Cambiamenti /1

Le ultime settimane sono state caratterizzate da grandi cambiamenti e parlo sia di Sole che di Alma. C’ è stato un cambiamento comune ossia tutte e due hanno cambiato scuola/nido ma ciascuna ha reagito alla sua maniera. Alma sembra un’ altra bambina, sarà per l’ età, sarà il cambiamento delle abitudini, sta di fatto che è molto più tranquilla e serena. Sole no, anzi, è nel pieno dei suoi terrible two! E vabè, ce lo aspettavamo… continua…