Il mercatino dei pulcini

Ieri è stata una domenica un po’ diversa, in effetti noi cerchiamo sempre cose varie e stimolanti (senza esagerare) ma l’ esperienza di ieri merita una menzione particolare. Nel nostro quartiere infatti si è svolto l’ annuale “mercatino dei pulcini”. Di cosa si tratta? Di un pomeriggio in cui bambini da 3 a 14 anni portano i propri giochi vecchi o magari semplicemente che non usano più per scambiarli o venderli a prezzi simbolici o poco più. continua…

Back to School con Petit-Fernand

Pronti per tornare a scuola? Ormai il rientro a scuola o alla materna o al nido sono dietro l’ angolo e anche le attività pomeridiane partiranno molto presto e sicuramente con grandi novità, astucci e quaderni per i più grandi, biberon e bavaglie per i più piccoli, indumenti e scarpe per tutti e un unico problema, come distinguerli da quelli dei compagni?

Le etichette Petit-Fernand sono la soluzione ideale. Belle, colorate, resistenti e 100% personalizzabili, ideali per asciugamani, magliette, pantaloni, bavaglie, lenzuolini e scarpe ma anche per tutta quella serie di oggetti di uso comune come biberon, bicchieri, pennarelli, giochi e molto altro ancora. Continue reading

Stikets, le etichette ideali per mille usi quotidiani!

Il prodotto di cui voglio parlare oggi è un’ idea bella, utile e colorata che risolverà più di un piccolo problema che qualunque genitore, prima o poi, ha avuto. Diciamocelo, quante volte è capitato di andare al nido o alla materna e chiederci se il tale indumento fosse effettivamente di nostra figlia? Quante volte al termine della lezione di nuoto o di ginnastica siamo andati a prendere la maglietta o la felpa che avevamo lasciato appesa all’ attaccapanni e l’ abbiamo ritrovata a fatica sotto un mucchio di altre, una più simile all’ altra? Senza contare le difficoltà legate al fatto che in certi casi chi veste i figli al mattino non è la stessa persona che va a prenderli il pomeriggio, in molti casi infatti i bambini vengono vestiti e portati dalla mamma e “ritirati” dai nonni o dai papà, i quali, si dimenticano regolarmente qualcosa per poi leggere l’ immancabile messaggio sulla chat della classe: “Oggi mia figlia è tornata a casa con una felpa non sua…” o richieste di notizie di vari capi dispersi. Per non parlare poi della miriade di oggetti di cui si circondano i nostri piccoli, basti pensare a bicchieri, posate, astucci e bavaglie. continua…

Emergenza… PIDOCCHI!!!

L’ altro giorno nella bacheca del nido (e anche in quella della scuola materna) è comparso un simpatico cartello grazie al quale siamo stati informati che è in corso una vera e propria emergenza pidocchi su tutto il territorio cittadino! Io non so se si possa parlare realmente di emergenza su così grande scala ma è sicuramente vero che negli ultimi mesi il discorso pidocchi si è riproposto più e più volte volte fino a portarci realmente sull’ orlo di una crisi di nervi. Continue reading

Guida (semiseria) ai programmi della tv per bambini

A casa nostra la tv è ormai un congegno che sta via via perdendo posizioni, sia io che mia moglie, tolta qualche rara (ma veramente rara!) eccezione, la usiamo per ascoltare musica e radio, al limite un film ogni tanto o qualche serie su Netflix ma per il resto il telecomando è in mano alle tiranne bambine e non perché noi si sia strani o anticonformisti, no, semplicemente ci siamo stufati della tv. Recentemente un’ amica che vive a Londra ha risposto ad una polemica che vedeva accusati Tom & Jerry (si, proprio quelli, il gatto e il topo…) di essere violenti e di rappresentare un modello altamente diseducativo, non entro nel merito della questione, non credo ce ne sia bisogno ma la cosa si collega perfettamente al perché noi abbiamo deciso di spegnere la tv. Prima di tutto i telegiornali, dove ormai si parla solo di morti, drammi e soldi, a ruota i programmi di intrattenimento dove si urla e basta, non parliamo poi di serie tv dove si spara, si scopa e poi si spara ancora, devo continuare? continua…