Festa del papà 2018

Quest’ anno, invece della solita retorica in merito alla festa del papà ho deciso di raccontare la mia giornata di ieri, una vera e propria sorpresa nonché una festa del papà coi fiocchi! Ma andiamo per gradi, che ci fosse qualcosa in ballo l’ avevo intuito, era da qualche giorno che avvertivo del fermento in casa, soprattutto da parte di Alma.

“Papà, preparati perché domenica ci sarà una sorpresa!” continuava a ripetermi, sabato sera, sempre Alma, si è poi chiusa nella sua stanza a preparare una sorpresa (oltre che pitturarsi le gambe coi pennarelli…). E finalmente la domenica è arrivata, la sveglia è arrivata con un bacino di Alma che mi augurava buon compleanno!

Una volta chiarito il malinteso e spiegatole che non era quella ricorrenza ma la festa di tutti i papà mi ha consegnato il un disegno, un mazzo di palloncini a forma di cuore tutti colorati da Lei e una frase molto carina, ci sarebbe stato anche quello di Sole, ma qui di palloncini colorati ce n’ era solo uno… vabè diciamo che al momento colorare non è proprio in cima ai suoi interessi, sta di fatto che la giornata è cominciata in maniera davvero speciale.

Per la vera sorpresa però ho dovuto aspettare il pomeriggio, mia moglie aveva infatti prenotato un pomeriggio con laboratorio alla Cascina Guzzafame, un posticino molto carino dove andiamo con una certa regolarità. Il pomeriggio era suddiviso in più momenti, prima cosa una visita alla fattoria e in particolare alle stalle con mucche e vitelli, poi galline e animali da cortile vari, poi il laboratorio vero e proprio suddiviso in due parti, il primo mamme/bambini così da aiutare i piccoli in un lavoretto che sarebbe diventato il regalo vero e proprio per il papà e poi, come ultima parte la costruzione da parte della coppia bambino/papà (trio nel nostro caso), di un nido per uccellini.

È stato molto bello condividere questo momento, sia Alma che Sole si sono date molto da fare e il risultato è stato molto carino. Giunti alla fine ci è stato consegnato il precedente lavoretto, quello fatto dai bambini con le mamme, una bella tovaglietta, nel mio caso due ovviamente, dove poter fare colazione e ricordare ogni mattina quanto siamo fortunati e quanto sia bello (oltre che faticoso) crescere dei figli cercando di sbagliare sempre nella maniera migliore!

Un grazie particolare a mia moglie che riesce sempre ad organizzare sorprese come queste e a farmi sentire veramente speciale! Grazie a tutte le mie donne e spero che anche Voi abbiate passato una felice Festa del papà!

 

P.s.: Alla fine non ce la faccio, è più forte di me, a proposito di retorica, un dialogo catturato oggi in metropolitana fra due ragazzi:

-… E quando tuo padre ti mena tu che devi fare? Le prendi e stai zitto, cioè, non puoi mica menare tuo padre…

-Mio padre non mi ha mai menato, forse mia madre, un paio di volte col manico della scopa…

-E invece mio padre mi menava eccome, soprattutto quando da piccolo all’ una o alle due di notte lo disturbavo mentre giocava alle macchinette perché ero stanco e volevo andare a casa a dormire…

 

Ecco cari papà, oggi siamo tutti un po’ più bravi ma certi esempi vanno tenuti presenti anche tutto il resto dell’ anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.