Un asettimana al salone del mobile (lontano dalla famiglia)

Logo

Finita!!!!!!!!!! Finalmente la settimana del mobile è finita! L’ avvenimento clou (a livello mondiale!) si è cocluso ieri con numeri da record in quanto ad affluenza, si parla di quasi 400mila visitatori, un +4% rispetto allo scorso anno, più tutto il fuorisalone ormai dislocato in tutta Milano, vera e propria capitale in tal senso.

Ma, ovviamente, non è di design che mi preme parlare, bensì del fatto che, avendo lavorato in uno stand per tutta la durata della fiera sono stato meno presente del solito a casa e ho passato meno tempo con le mie bambine, pur essendo a casa tutte le sere più o meno per l’ ora di cena. Questo mi ha dato modo di riflettere su alcune cose, la prima è che mi sono mancate un po’, la seconda è che mi è dispiaciuto non essere in piena forma la sera, con la sveglia alle 6 e 10 ore ininterrotte passate a fare caffè e cappuccini sulle spalle ammetto di essere stato un po’ stanco la sera, nonché  di essermi addormentato un paio di volte mentre leggevo la favola ad Alma. Continua…

Sotto attacco! Ma de che?

bullshitsmellsAlla fine della fiera il malanno di stagione ha messo a letto anche me, giusto un paio di giorni intendiamoci, parafrasando una battuta contenuta in un vecchio film d’ azione potrei dire che: “Non ho tempo per ammalarmi!” (a chi indovina il film originale offro una birra, e dico birra per il semplice fatto che è assai improbabile che l’ abbia visto una donna). Comunque sia, giusto il tempo di rimettermi in piedi e guardare fuori dalla finestra (metaforica) e la mia attenzione viene rapita dal collega e in qualche modo pioniere Francesco Uccello (motelospiegoapapa.it), in collaborazione con Anna (A casa di Anna) portano alla mia (non solo, ovviamente), attenzione due articoli: “Ci mancano i padri adulti, capaci di sbagliare ma non prevaricare” -La 27esima ora-il corriere della sera e “Che fine hanno fatto i padri nell’ era dei mammi?” -Huffingtonpost. continua…

Il papà, secondo il papa

papa-avnt1Durante l’ udienza generale di ieri, Papa Francesco ha proseguito le catechesi sulla famiglia, questa volta il ci ha parlato della figura del padre.

Qui potete trovare l’ intervento integrale.

Papa Francesco, una volta di più, si rivolge al “popolo”, affronta il quotidiano, è estremamente diretto e pratico, c’ è chi dice troppo, perdendo così d’ autorità, ma è mia opinione che siano questi tempi in cui è bene “sporcarsi le mani” piuttosto che pontificare. Papa Francesco deve molto del suo successo a questo e ieri ha parlato di/ai padri di oggi, dicendo, a mio avviso, cose estremamente interessanti. continua…

L’ accessorio

“Ma che ci faccio io qui?”, “Sarà proprio necessaria la mia presenza?”, “Probabilmente se anche sparissi non se ne accorgerebbe nessuno”. Sono solo alcuni pensieri che albergano di tanto in tanto nella mente di un padre, specialmente nei primi mesi di vita dei nostri piccoli. Siamo sinceri, qual’ è il ruolo del padre nei primi 6 mesi di vita delle creature? continua…